METODO ALESSANDRA TASSI ®

Depressione

AFFRONTARE LA DEPRESSIONE CON L’AIUTO DEL TUI NA E DELLA MOXIBUSTIONE

polsi3In caso di disturbo depressivo distimico la persona è di carattere triste, vede tutto nero, si lamenta sempre però svolge comunque le sue mansioni lavorative.  Invece, nel caso più grave della depressione maggiore, la persona non riesce più a fare niente, non esce di casa, ha un dolore che non passa, non mangia, non dorme, ha pensieri di morte.  Spesso arriva a soffrire di tachicardia e attacchi di panico e per questo motivo ha sempre più paura di uscire di casa. Spesso la patologia sfocia in atteggiamenti bipolari, vi sono momenti in cui la persona alterna fasi di benessere a fasi di chiusura totale.

La depressione è prodotta da un’alterazione a livello dei neurotrasmettitori serotonina e  novoadrenalina , che sono localizzati nel lobo frontale legato alle emozioni. Fattori che contribuiscono alla depressione sono, ereditarietà, i disturbi del sonno ed alterazioni della tiroide.  La medicina occidentale cura utilizzando gli inibitori del Reuptake della serotonina. Non potendo assumere direttamente la serotonina perché la barriera ematoencefalitica non la fa passare, la soluzione è usare un farmaco che inibisce la distruzione della serotonina, in modo che continui a prodursi.

In caso di depressione, il massaggio è uno dei pochi trattamenti che ha un’efficacia immediata. I miglioramenti si vedono e si sentono fin dalla prima seduta. I trattamenti di digitopressione, moxibustione e massaggio proposti dalla Maestra Tassi sono personalizzati e finalizzati a combattere i sintomi relativi alla depressione, i dolori fisici, l’ansia, la stanchezza mentale e fisica, la mancanza del piacere di vivere, i disturbi del sonno, dell’appetito, l’iperirritabilità. Il massaggio è sostenuto da un intervento globale sulla persona, che comporta anche l’uso del dialogo, di olii essenziali e dell’ascolto di musica appropriata. Il massaggio antidepressivo, favorisce i neurotrasmettitori: serotonina, dopamina, e noradrenalina. Questi trattamenti non si sostituiscono alla terapia convenzionale con anti depressivi, bensì la coadiuvano.